fbpx
Zip Travel Group

Come ogni anno è arrivato il momento di salutare quello vecchio e dare il benvenuto a quello nuovo e per chi passerà la notte di San Silvestro nel Belpaese non mancheranno le alternative per divertirsi. Per chi vive o si troverà in Veneto all’ultimo dell’anno ciò varrà ancora di più, visto che nelle diverse città della regione simbolo del Nord-Est sono previsti diversi eventi che vanno incontro a tutti i gusti.

Capodanno a Padova

Come da tradizione anche quest’anno Prato della Valle è la location prescelta per ospitare la grande festa di fine anno. Festeggiare il Capodanno a Padova, in Prato della Valle è un modo per vivere la città, per condividere emozioni e stati d’animo diversi con tantissime persone e circondarsi per un attimo di energia positiva.
L’evento si chiamerà Wonder e regalerà a tutti i presenti una lunghissima serata da trascorrere sotto le stelle.

La serata inizierà alle ore 22 con la colonna sonora delle hit musicali trasmesse da Radio Company nel corso del 2018. I festeggiamenti continueranno fino alle 2.
A garantire il divertimento ci penserà l’animazione di Radio Company con Stefano Mattara e il dj Stefano Bosca.

Prato della Valle saprà offrire spazio anche alla musica dal vivo con la band Vinile 45 che regalerà a Padova un coinvolgente concerto live con i più grandi successi R&B, hip hop e dance.

A mezzanotte in punto uno straordinario spettacolo di luci con accompagnamento musicale infiammerà l’Isola Memmia, incantando la città di Padova e costringendo tutti i presenti a restare con il naso all’insù. La coreografia sarà curata dalla Parente Fireworks, storica ditta di Melara (Rovigo) tra i leader mondiali nel settore, e, grande novità di quest’anno, a dare il benvenuto al nuovo anno ci saranno anche delle proiezioni di videomapping e laser che renderanno Prato della Valle ancora più bello.
La musica e l’animazione continueranno ininterrottamente fino alle 02.

A Monselice

Monselice, in Piazza Mazzini, arriva, tra ballo e musica, il format “Voglio tornare negli anni 90!” per far divertire e ballare tutti con un tuffo nel passato. Il format ha dato vita a un grande interesse per lo show, che in pochissimi giorni ha avuto tantissime interazioni sui social.

Uno spettacolo che emozionerà gli amanti della musica anni 90 e trasmetterà quell’energia rimasta nell’animo di tutti: le migliori canzoni di Eiffel 65, Gigi d’Agostino, Gabry Ponte, e ancora i deejay, il vocalist e le ballerine sono pronti ad animare la città con emozioni a non finire! Tra laser colorati, esplosioni di coriandoli, giochi di fiamme, effetti speciali con Co2, scintille, gadget a volontà, magliette e soprattutto con la musica più memorabile degli anni 90, prenderà vita questo show unico nel suo genere.

“Voglio tornare negli anni 90” inizierà alle 22:30 e sarà preceduto da uno spettacolo che partirà già dalle ore 19:00. Nel corso dell’evento vi saranno inoltre 10 postazioni che verranno allestite in una zona street food.

Infine saranno presenti anche le attrazioni per i più piccoli, che potranno divertirsi nella piazza adiacente all’evento, Piazza Ossicella, con giostre e gonfiabili. Monselice ha pensato anche ai più piccoli allestendo nella vicina Piazza Ossicella giostre e gonfiabili dove i bambini potranno divertirsi mentre voi ballerete a ritmo dei ’90.

Capodanno a Vicenza, la città del Palladio

La lunghissima festa di Capodanno per il 31 dicembre prenderà il via alle 16 in piazza Biade, di fronte alla pista di ghiaccio, dove aprirà i battenti una vera e propria baita di montagna in cui le famiglie con bambini potranno assaporare cioccolata o tè caldo, mentre all’aperto saranno proposti ai più piccoli giochi e animazioni al ritmo  delle più famose hit “bimbodance”.

Alle 18 il cuore della festa si sposterà in piazza dei Signori dove sarà allestito un grande bar all’aperto a disposizione di tutti coloro che, prima di andare a cena, non vorranno perdersi l’ultimo aperitivo dell’anno di fronte alla Basilica palladiana e sotto la più suggestiva e fotografata delle cascate di luci natalizie.

Alle 22, infine, prenderà il via “Magika“, la serata rigorosamente dance animata da performer, dj e ballerine dal grande palco allestito a fianco dell’albero di Natale, dove si alterneranno Aryfashion, vocalist del Motorshow, Thorn, performer tra i più apprezzati a livello italiano, e i deejay Andrea Bozzi, Gianni B, Giulio Palm Beach e Favaretto.

E dopo il countdown collettivo di mezzanotte, ancora tanta musica, balli e spettacoli fino alle 2 del primo giorno dell’anno.

Capodanno a Verona

Se desiderate trascorrere il Capodanno 2019 a Verona in piazza l’appuntamento principale è Piazza Brà dove ogni anno il Comune allestisce una grande festa con ospiti importanti. Il Capodanno in Piazza Brà è ormai un “must”, tant’è vero che spesso lo spettacolo viene trasmesso in diretta TV. Il concerto inizierà in tarda serata e durerà fino a mezzanotte. Subito dopo avrà inizio lo spettacolo pirotecnico dei fuochi d’artificio, che verranno sparati dall’Arena e che illumineranno il cielo della città nella notte di San Silvestro. La festa si protrarrà fino all’una di notte. Per il programma ufficiale bisognerà aspettare metà dicembre, ma sicuramente non mancheranno sorprese. Negli anni precedenti si sono alternati sul palco personaggi del calibro di Jerry Calà, Umberto Tozzi, Enrico Ruggeri e Tiziano Ferro. Anche quest’anno, dunque, si aspettano artisti di grande fama.

In attesa della mezzanotte potete andare a scoprire le bellezze della città. Concedetevi una passeggiata in Via Mazzini, una bellissima strada che collega le due piazze principali della città: Piazza Brà e Piazza delle Erbe. Una passeggiata per le vie del centro può essere l’occasione giusta per fare un po’ di shopping di fine anno nei tanti negozietti e nei mercatini di Natale che vendono prodotti tipici del luogo. Durante il cammino potrete ammirare gli edifici antichi circostanti, dove arte e storia si mescolano in un abbraccio perfetto. A pochi metri da Piazza delle Erbe si trova la casa di Giulietta con il famoso balcone dove Romeo le dichiarò il suo amore. Qui gli innamorati sono soliti ricoprire le pareti della casa con biglietti e lettere d’amore. Potrebbe essere l’occasione giusta per una proposta di matrimonio o per rinnovare le promesse d’amore al vostro partner!

Capodanno medievale al Castello Bevilacqua (VR)

All’arrivo gli ospiti saranno accolti da colorati trampolieri che a suon di musica vi accompagneranno nelle sale affrescate del castello per degustare un cenone di fine anno attentamente studiato e curato dagli chef del maniero.

Tra le varie portate sarete allietati dalla presenza di musici, giullari e ballerine, che vi guideranno fino allo scoccare della mezzanotte, quando i calici di pregiate bollicine faranno da cornice al vostro scambio di auguri. Siate puntuali, il cenone inizia alle 20:30.

Ma il benvenuto al nuovo anno arriva con l’emozionante spettacolo del fuoco che gli ospiti potranno assistere dalle ampie vetrate che si affacciano al cortile interno del castello. Un gioco di colore e calore che catturerà la vostra attenzione lasciandovi sospesi in una piacevole sensazione di meraviglia. E i festeggiamenti poi continuano fino alle prime luci dell’alba, con servizio bar, musica, Dj Set e balli fino a notte inoltrata.

Capodanno a Venezia

La festa è in Piazza San Marco, dove decine di migliaia di persone di radunano man mano che si avvicina la mezzanotte per attendere il countdown, fare un brinsidi e scambiarsi auguri e baci benauguranti.

E’ proprio il bacio che negli ultimi anni ha caratterizzato l’ultimo dell’anno a Venezia con il format della serata “Love”. Un grande palco in piazza dove dalle 21 alle 23:45 circa si esibiscono cantanti ed artisti ogni anno diversi, per poi attendere guidati dai presentatori il momento in cui scambiarsi baci appassionati per l’anno nuovo, ormai tradizione degli ultimi anni.

Il tutto è seguito dai fuochi d’artificio, sparati direttamente da una chiatta in bacino San Marco, spettacolo molto suggestivo e romantico se vogliamo, a coronamento di quanto di magico questa piazza offre.

Il Concerto di Capodanno al Teatro La Fenice

Myung-Whun Chung dirigerà la sedicesima edizione del Concerto di Capodanno al Teatro La Fenice. Al pluripremiato maestro coreano si affiancheranno quattro acclamati solisti: i soprani Nadine Sierra e Serena Gamberoni, i tenori Francesco Meli e Matteo Lippi; insieme all’Orchestra e Coro del Teatro La Fenice – quest’ultimo preparato da Claudio Marino Moretti – si esibiranno inoltre le voci bianche dei Piccoli Cantori Veneziani istruiti da Diana D’Alessio. Il programma musicale, come da tradizione consolidata, si comporrà di due parti: una prima esclusivamente orchestrale con l’esecuzione della Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92 di Ludwig van Beethoven e una seconda parte dedicata al melodramma, con una carrellata di arie, duetti e passi corali dal repertorio operistico più amato che si concluderà con «Va’ pensiero sull’ali dorate» da Nabucco e con il brindisi «Libiam ne’ lieti calici» dalla Traviata di Giuseppe Verdi. Quattro le date del concerto: sabato 29 dicembre 2018 alle ore 20.00, domenica 30 alle ore 17.00, lunedì 31 alle ore 16.00 e martedì 1 gennaio 2019 alle ore 11.15. L’evento si svolge in favore di UNICEF: oltre a Myung-Whun Chung, sarà presente in sala l’attrice e regista Simona Marchini, dal 1987 ambasciatrice UNICEF per l’Italia. Qui tutte le informazioni.

Chiudi il menu
×